Ternana, Breda: "Non dobbiamo accontentarci di questi 3 punti"

Dopo la vittoria 2-1 contro la FeralpiSalò, Roberto Breda, tecnico della Ternana ha analizzato la prestazione dei suoi ragazzi
10.12.2023 07:30 di Carlo Pozzoli Twitter:    vedi letture
Ternana, Breda: "Non dobbiamo accontentarci di questi 3 punti"
© foto di Nicola Ianuale/tuttoSALERNITANA.com

Ecco le dichiarazioni di Roberto Breda, tecnico della Ternana, dopo la vittoria contro la FeralpiSalò: “Era previsto, però credo che nel nostro processo di crescita il fatto di sentire una partita ci sta anche, oggi abbiamo giocato molto di più con il freno a mano rispetto altre partite e con meno lucidità e qualità, bene la voglia di trovare soluzioni, detto questo la Serie B è anche questa e l’importante è portare a casa punti ma non vuol dire che con questo sono contento della prestazione e non lo devono essere nemmeno i ragazzi, dobbiamo ancora lavorare tanto e capire che questo campionato ti richiede una intensità fisica e mentale costante, noi lavoriamo tanto per avere quel tipo di mentalità e dobbiamo pretenderla sempre, poi dobbiamo fare anche i complimenti alla Feralpi che è una squadra che ha dimostrato di avere buoni valori, sicuramente noi potevamo fare qualcosa di più, lavoriamo con l’idea che non dobbiamo accontentarci insieme alla voglia di migliorarci sempre”. Sulle azioni provate in allenamento: “Il secondo gol è frutto di un’idea, di una strategia, però al di là del lavoro e dell’applicazione dei ragazzi che è impeccabile torniamo al discorso dei contrasti di ieri, sono dati su cui dobbiamo migliorare, cosi come le seconde palle, nel secondo tempo abbiamo fatto meglio, abbiamo dato l’idea di una squadra che voleva la vittoria, abbiamo avuto alcune occasioni per fare anche il terzo, anche la convinzione di fare il terzo deve diventare nostra, perché questa partita la devi chiudere, dobbiamo cercare di portare gli episodi dalla nostra parte”. Sulla crescita della squadra: “Dal punto di vista della squadra è uno spettacolo dal primo giorno perché basta vedere chi entra lo fa sempre con un atteggiamento positivo, anche oggi lo hanno avuto. Questa è la nostra arma, ma dobbiamo essere una squadra che non si deve accontentare, poi ci sono le partite complicate ma dobbiamo pretendere che da queste ci sia sempre una crescita”. Sull'andamento della gara: "Non so se era sottovalutare gli avversari o sentire la pressione della partita, perché potrebbero essere entrambe, abbiamo fatto tanti errori anche da giocatori di esperienza, non credo sia solo un discorso di pensare che oggi fosse facile. Certamente è un aspetto su cui in settimana dobbiamo lavorarci perché Lecco accentuerà ancora di più questa situazione e perché a Lecco i duelli e l’intensità saranno fondamentali per il risultato finale” Sui duelli: “Non ci credo, devo rivedere questo dato.

Io sono il primo che deve pretendere da me per farlo con gli altri, io non sono una cosa distinta dalla squadra, come non esiste il prima e il dopo, esiste l’adesso e basta, e già ora dobbiamo pensare a Lecco, se ci sono delle cose che devono essere migliorate io devo essere il primo responsabile, perché voglio capire su cosa posso far meglio e in che modo posso aiutare i ragazzi a far meglio. Non posso essere ancora soddisfatto, siamo ancora a dicembre, il percorso che ci aspetta è ancora lungo…"