vecchi-inter-primavera

PRIMAVERA, L’INTER NON VA OLTRE LO 0-0 CON IL NOVARA

Una partita vissuta con il fiato sospeso per 90 minuti, questo il copione del match. Novara Inter è stata una vera e propria lotta sul terreno di gioco, da una parte e dall’altra. La gara quasi perfetta l’ha definita Gattuso al termine, di tutt’altro avviso Stefano Vecchi. Il primo caldo ha inciso sulla prestazione e sull’intensità collettiva, ma il Novara tirando le somme è sembrato più motivato e più cattivo sul piano agonistico. Pochi i contrasti vinti dai nerazzurri, con un Rivas spento e quasi mai incisivo; Pinamonti dal canto proprio è riuscito solo qualche volta a creasi le occasioni senza impensierire veramente la retroguardia. Difesa quella dell’Inter che invece ancora una volta si è dimostrata l’arma in più del tecnico, perché Di Gregorio non è stato quasi mai impegnato seriamente, e il merito va attributo alla coppia dei centrali, Vanheusden e Gravillon, ma anche gli esterni Mattioli e Cagnano si sono comportati accelerando spesso sulle fasce. Un piccolo passo falso, che era comunque messo in preventivo, non è un caso se in 21 giornate infatti i ko per l’inter sono arrivati solo con Novara e Roma nel girone di andata. Un avversario capace dunque di dar fastidio ai nerazzurri con un collettivo di ottima qualità e con qualche giovane pronto a prendersi il palcoscenico del campionato primavera. l’inter ora però ha una priorità, il torneo di Viareggio da mettere in bacheca, su questo il tecnico Vecchi è stato chiaro: bisogna tornare a casa con la Coppa replicando quella che è stata la prova di due anni fa. Non ci saranno diversi nazionali, questo potrà pesare nel corso della manifestazione, ma starà al tecnico provare nell’impresa di trarre il meglio anche da quelli che finora sono stati in panchina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *