conte itaia spagna

L’Italia perfetta strapazza la Spagna e vola ai quarti

Era imprevisto, inaspettato e ha colto tutti, o quasi, impreparati. Ma d’altronde, ultimamente pronostici e sondaggi sembran fatti apposta per esser sovvertiti. E per questo, forse, è stato ancora più bello. L’Italia strapazza la Spagna vola ai quarti dove incontrerà la Germania ma soprattutto risponde con una prova di forza assordante alle critiche che hanno accompagnato il viaggio degli azzurri in terra francese. Una prestazione pazzesca che annulla il tiki taka spagnolo: Conte dirige, Pellè e soci eseguono. La difesa è rocciosa, perfetta. Buffon è di un altro pianeta. Il gioco impostato da Giaccherini è puro spettacolo: insegue, attacca e inventa. Eder si sacrifica come non mai. Chiellini fa il bomber, Pellè chiude i giochi con un gol di potenza e prepotenza: quella che ormai è diventata per lui un marchio di fabbrica. L’assalto alla porta di De Gea sembra un gioco da ragazzi: azioni su azioni, palle gol su palle gol. Non è un Italia brutta e nemmeno inferiore. E’ solo un Italia umile ma consapevole dei propri mezzi. 

Facile adesso salire sul carro, vero ma lasciare da parte malumori e critiche può essere un buon costume per avere la mente sgombra e apprezzare il momento. Quello immediatamente dopo. Il più bello. Quello contagioso, in cui realizzi che quest’Italia è un’ opera d’arte. A Conte il merito di tale capolavoro. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *