marotta agnelli paratici

JUVENTUS, TESTA AL PRESENTE. TOLISSO PER IL FUTURO

La Juventus, in questo momento della stagione, dovrà concentrarsi sul raggiungimento degli obiettivi prefissati. Il campionato, per quella che sarebbe la sesta conferma consecutiva, la Coppa Italia, dove l’attende il Napoli, e la Champions League, nel remake della finale del 2015, persa dai bianconeri a Berlino contro il Barcellona.

Un triplete ancora possibile che fa gola alla Juventus ma che, in ogni caso, non placherà la voglia di migliorarsi e di inserire elementi di profilo internazionale all’interno della rosa bianconera.

Sono tante le tematiche che riguardano la Vecchia Signora, sempre al centro delle discussioni, e senza dubbio il mercato ha visto negli ultimi anni l’operato di Marotta e Paratici come un’eccellenza assoluta. Basti pensare alla sessione estiva di calciomercato, affrontata dalla Juventus da assoluta protagonista. LA prima buona notizia è il responso medico riguardante la condizione fisica di Paulo Dybala: per lui solo una contrattura, che gli costerà verosimilmente solo il primo impegno con la nazionale argentina, in modo tale da poterlo avere a disposizione contro la squadra di Maurizio Sarri.

La seconda, riguarda la volontà di rinforzare il centrocampo da giugno in poi, e il primo nome sulla lista è Corentin Tolisso. Paratici ha confermato l’interessamento nei confronti del francese classe ’94 in forza al Lione, consapevole del fatto che molte squadre lo vorrebbero nella loro rosa e che il valore di mercato stia salendo settimana dopo settimana. Per ora, poche dichiarazioni, ma pur sempre sufficienti per capire che la mediana è il settore dove un restyling risulta quantomeno doveroso. Nelle scorse stagioni, elementi come Vidal, Pirlo e Pogba consentivano alla Juventus di manifestare una superiorità in mezzo al campo che poche altre squadre potevano vantare. Ora, però, in virtù anche del cambio di modulo, i due giocatori che stazionano tra la difesa ed il trio sulla trequarti devono assicurare quantità e qualità per forza di cose, per compiere quell’ulteriore salto di qualità.

Beppe Marotta e Fabio Paratici sono destinati a stupire ancora una volta, con poche chiacchiere e tanti fatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *