Luci_a_San_Siro inter

INTER, IL PRIMO OSTACOLO SI CHIAMA ATALANTA

Periodo di cambiamenti in casa Inter, a partire dalla rosa, con innesti mirati per rinforzare l’organico, fino ad arrivare alla costruzione di un nuovo stadio, seguendo un progetto destinato ad assumere concretezza nel 2022.

Comincerà tutto con il rinnovo del DS Piero Ausilio, mentre è ancora sconosciuto il nome del prossimo amministratore delegato, anche se si tratterà di un italiano con un background politico. I nerazzurri non hanno ancora abbandonato il sogno Champions, per il quale non conta solamente il rendimento degli uomini di Pioli, ma anche sperare nei passi falsi di Napoli e Roma in primis, oltre che in quelli di Lazio e Atalanta. Contro le ultime due sarà fondamentale sfruttare i confronti diretti, come sarà altrettanto cruciale non perdere punti per strada contro le compagini che vantano una qualità di certo inferiore.

Pensare al presente, con un occhio però al futuro. L’indiscrezione secondo la quale Bernardeschi avrebbe già raggiunto l’accordo con l’Inter, sulla base di 40 milioni, è stata smentita dalla Fiorentina, ma c’è un altro giocatore della Viola che interessa al club nerazzurro. Si tratta di Gonzalo Rodriguez, per rendere più competitivo un settore che necessita di una sistemata se si vuole ambire a traguardi di un certo livello.

Le prossime due uscite della squadra di Stefano Pioli diranno molto di quella che è la dimensione dei nerazzurri e saranno a tutti gli effetti due prove di maturità, anche se i risultati raggiunti fino a questo punto della stagione sono di sicuro notevoli. Ma è proprio qui che l’Inter non dovrà accontentarsi e premere sull’acceleratore fino in fondo, perché vincere aiuta a vincere, come dimostrato nella striscia di 7 partite archiviate con i 3 punti, che ha trovato l’epilogo solo contro la Juventus e il missile di Juan Cuadrado.

A San Siro, contro la banda di Gasperini, servirà una grande prova. E i nerazzurri lo sanno bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *