Rafa_Nadal_australian_open_2009

INDIAN WELLS, VITTORIE PER FEDERER, NADAL E DJOKOVIC

Che la parte bassa del tabellone fosse il girone della morte lo si sapeva e la sfida che tutti attendevamo si è puntualmente verificata.
Agli ottavi di finale sarà ancora una volta Federer contro Nadal per l’atto numero 36 di una saga infinita.
Re Roger si è sbarazzato dell’americano Steve Johnson, numero 24 del seeding, in una partita leggermente più complicata di quella con Robert.
Lo svizzero è stato costretto ad un doppio tie break, il primo vinto per sette punti a 3.
Nel secondo set Johnson ha continuato a ribattere colpo su colpo trascinando nuovamente al gioco decisivo Federer bravo a chiudere questa, volte 7 a 4.
Nessun problema neanche per Nadal nel derby spagnolo contro Verdasco, reduce dalla finale di Dubai.
Bravo Rafa a tenersi al riparo da possibili insidie, iniziando bene la partita conquistando per 6-3 il primo set.
Match più equilibrato nel secondo, ma il punto di rottura arriva è all’undicesimo gioco quando Nadal strappa il servizio a Verdasco e va servire per il match  chiudendo 6-3 7-5.
Adesso tutto il mondo guarda all’ottavo con Federer con la sfida tra i due che non arrivava così presto in un torneo dal primo confronto in assoluto a Key Biscane nel 2003, vinto dallo spagnolo.
Battaglia era annunciata e battaglia è stata nel secondo turno extra lusso tra Djokjovic e Del Potro.
Il serbo vince un combattuto primo set 7-5 prima di subire il rientro dell’argentino nel secondo vinto 6-4 dalla torre di Tandil.
Nel terzo, però, Delpo patisce lo sforzo della rimonta e cede di schianto 6-1 con Nole che lo batte ancora dopo averlo superato anche ad Acapulco due settimane fa, adesso per Djokovic l’ottavo da brividi con Nick Kyrgios che lo aveva nettamente sconfitto in Messico.
L’australiano ha la meglio di Sasha Zverev nella sfida tra le stelle del futuro ma già solide realtà.
Kyrgios fa valere la maggiore pesantezza dei colpi chiudendo il primo set 6-3.
Nel secondo non arriva la reazione del 19enne tedesco che deve inchinarsi cedendo per 6-4.
Avanza anche Kei Nishikori che tramortisce l’esperto Gilles Muller con un doppio 6-2 e adesso se la vedrà con l’americano Donald Young vincitore a sorpresa in tre set, 6-4 1-6 6-3, contro la testa di serie numero 14 Lucas Pouille.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *