napoli-mertens

IL NAPOLI PER L’IMPRESA SECONDO POSTO CON UN OCCHIO AL MERCATO

Non c’è tempo e non c’è modo di guardarsi indietro, ciò che è fatto è fatto al Napoli non resta che fare sei punti nelle ultime due giornate contro Fiorentina e Sampdoria e sprerare in un improbabile passo falso della Roma contro Chievo e Genoa.
La stagione, comunque vada, resta quella dei record, punti, gol, tasso di spettacolarità un Napoli così mai si era visto prima.
Quattro giocatori in doppia cifra. Mertens e i suoi fratelli Insigne, Callejon e Hamsik.
Un quadrato magico che pure potrebbe non bastare per la qualificazione diretta alla Champions.
Ma adesso bisogna pensare a battere una Fiorentina che arriva al San Paolo ancora in corsa per un posto in Europa League poi dal 28 maggio in poi si inizierà a programmare con Maurizio Sarri in panchina.
De Laurentiis potrebbe ammorbidirsi e concedere il ritocco dell’ingaggio all’allenatore di Figline, il faccia a faccia ci sarà a campionato finito.
Aumentano col passare dei giorni le chance di conferma di tutti i pezzi pregiati, Mertens in testa mentre si lavora per un disperato tentativo di rinnovo con Ghoulam che intanto ha lanciato messaggi d’amore alla città, che sia un commiato o un ravvedimento lo dirà solo il tempo.
Intanto si fa strada l’ipotesi rinnovo con clausola sulla falsariga di Mertens.
Tutti insieme anche il prossimo anno con un unico imperativo: lo scudetto.
Giuntoli è, comunque, già al lavoro per puntellare la rosa con un portiere e un esterno basso come obiettivi primari.
Per il numero uno l’indiziato principale resta Scezsny con l’ipotesi del giovane Vodisek da affiancare a Reina mentre per la corsia guadagna posizioni il classe ’94 belga del Gent mente come backup delle ali piace il giovane Ounas del Bordeux.
Linea verde e blocco storico il tutto nelle sapienti mani del maestro Sarri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *